Cumulo di tutele: un innovativo telaio di bicicletta protetto tramite brevetto e design

Spesso i clienti ci chiedono di proteggere tramite brevetto una soluzione innovativa che stanno per lanciare sul mercato, dando per scontato che il brevetto sia l’unica forma di protezione possibile.

Come abbiamo evidenziato nell’articolo dedicato al cumulo di tutele, invece, in alcuni casi una nuova soluzione può beneficiare, cumulativamente, di una protezione ampia sotto più aspetti: tecnico-funzionale, forma esteriore e aspetto distintivo.

Come illustrato nell’articolo sul caso del nostro cliente Geomagworld, la combinazione di diversi strumenti IP permette di conseguire la più ampia protezione possibile.

In questo articolo vi presentiamo un altro caso concreto di cumulo di tutele ed approccio integrato del Team Luppi.

Il cumulo di tutele per un innovativo telaio di bicicletta  

Un nostro cliente ha sviluppato un telaio di bicicletta capace di adattarsi alle misure biometriche e corporatura del ciclista, grazie ad un sistema di regolazione che permette un’ampia configurabilità delle cosiddette “zone critiche” che determinano l’ergonomia del telaio stesso (ovvero le zone di appoggio sui pedali, sulla sella e sul manubrio).

L’adattabilità del telaio a diversi usi e misure biometriche permette anche la configurabilità a più ciclisti, ciascuno con caratteristiche fisiche ed esigenze specifiche.

Come abbiamo tutelato questa innovazione?

Dopo una nostra attenta analisi a 360 gradi delle caratteristiche del prodotto, il telaio non solo risultava suscettibile di essere protetto tramite un brevetto, ma possedeva una forma esteriore meritevole di essere tutelata con un disegno-modello.

Per questo innovativo telaio abbiamo quindi ottenuto:

  • la concessione di un Brevetto Italiano che protegge l’aspetto tecnico/funzionale:
Brev. IT n. 102019000007057
  • e la registrazione di un Design Comunitario multiplo che protegge varie configurazioni geometriche del telaio stesso:
Design Comunitario multiplo n. 006494118

Quali sono i benefici di questa doppia tutela?

In definitiva, è stata conseguita per il cliente la tutela – tramite brevetto – del telaio in relazione alla sua nuova soluzione strutturale funzionale (aspetto tecnico) nonché la tutela – tramite il disegno comunitario – delle diverse forme (aspetto esteriore) che il telaio stesso può presentare.

Grazie al cumulo di tutele, l’azienda-cliente ha, dunque, beneficiato di un rafforzato vantaggio competitivo, non solo proteggendo l’idea di soluzione tecnica del telaio ma valorizzandone anche il design, elemento spesso determinante per la riconoscibilità ed il successo di un prodotto sul mercato.    

Come possiamo aiutarvi?

Rivolgendovi al Team Luppi avrete un unico interlocutore multidisciplinare che vi aiuterà ad individuare il set di strumenti di tutela IP più idonei e a definire la migliore strategia di protezione e valorizzazione per il vostro progetto/idea.

Contattateci per approfondire le possibilità di protezione della vostra nuova idea.